FODMAP , la causa del gonfiore addominale

La pancia gonfia è una sensazione dovuta ad un accumulo di gas nello stomaco e nell’ intestino che crea una spiacevole tensione addominale. Questo causa nell’ individuo dolori , crampi e disturbi come eruttazioni, flatulenza e problemi quali stipsi o diarrea.
Questo problema colpisce circa il 20% della popolazione italiana.

Cause

Questo fastidio può essere causata da diversi fattori:

  • pasto abbondante
  • pasto consumato troppo velocemente comportando una eccessiva deglutizione di aria nello stomaco
  • fenomeni fisiologici quali sindrome premestruale o menopausa
  • aumento di peso
  • disturbi dell’apparato digerente dovuto alla sindrome dell’intestino irritabile o a deficit di intolleranze ( lattosio, glutine)

FODMAP

Molte volte per combattere questo problema è sufficiente eliminare alcuni alimenti definiti FODMAP.
Questi sono quegli alimenti che fermentano ( oligosaccaridi, disaccaridi, monosaccaridi fermentatili e polipoli), sono forme di carboidrati che nei soggetti predisposti vanno appunto a creare fastidi e disturbi intestinali.
Limitandone l’assunzione abbiamo una diminuzione del fastidio del 50%.
Naturalmente è sempre bene consultare un nutrizionista in quanto ogni caso è diverso da un altro, un alimento può creare fastidio in un individuo ed essere innocuo in un altro e viceversa.

Quali alimenti scegliere e quali invece evitare

Ecco alcuni consigli:

  • prediligere le verdure cotte
  • mangiare la frutta senza la buccia
  • non eccedere con il consumo della fibra della crusca che potrebbe aggravare alcuni sintomi di colon irritabile
  • moderare il consumo di cibi speziati, molto conditi o fritti

Tabella alimenti

Una volta preso coscienza degli alimenti con e senza FODMAP il consiglio è di cercare di eliminare momentaneamente quegli alimenti dalla propria dieta per poi reintegrali poco alla volta , capendo così quali sono i cibi che ti creano più fastidio.
Se si ha difficoltà ad eliminare alcuni alimenti principali quali latte o carne si possono trovare sostituti che sicuramente aiuterebbero te e il tuo intestino come alimenti senza lattosio o stagionati, o alternativa della carne come il tofu.
Si consiglia comunque di non fare affidamento solo ad un cambio di alimentazione “fatto in casa” ma di rivolgersi a professionisti facendo controlli per intolleranze , principali cause di gonfiore, e di rivolgersi ad un nutrizionista.