Alimenti “zero” calorie

Oggi scopriremo i veri alleati di una buona dieta, cioè quegli elementi chiamati “zero” calorie.

Basta alle privazioni

Se fate parte di quello stretto range di persone, come la sottoscritta, che prima di mangiare qualsiasi cosa va a leggere i valori nutrizionali, contenuto proteico e lipidico questo articolo fa per voi. Sta per arrivare l’estate e sarà necessario mostrare il fisico, che sarà il risultato di diete e altri stratagemmi per dimagrire. Mesi di privazioni e sensi di colpa stanno per finire perchè inserendo questi alimenti nella dieta diminuiranno la fame e non ci faranno ingrassare. Ricordiamo sempre che essere a “dieta” non deve corrispondere a fare la fame ma avere il giusto rapporto tra introito nutrizionale e dispendio energetico.

Sedano, cavolfiore e cetriolo

Queste verdure sono ortaggi ideali in una dieta ipocalorica preparativa per l’estate. Il sedano ha solo 16 calorie per 100 grammi (un gambo ne ha solo 2), composto al 80% da acqua e poi da fibre, proprietà depurative e detossinanti, elemento essenziale per le centrifughe. Consumandolo si consumano più calorie di quante ne sono state introdotte. Il cavolfiore ha 25 calorie su 100 grammi, contiene molta vitamina C (77% del fabbisogno giornaliero), può essere usato crudo, cotto o sempre per le centrifughe. La clorofilla che contiene accresce la produzione di emoglobina utile per i vari tipi di anemia. Il cetriolo ha 16 calorie per 100 grammi, composto per il 90% da acqua, contiene vitamina C, riduce i livelli di infiammazione corporea e previene la ritenzione idrica tramite l’acido caffeico. Acclarato il suo effetto benefico sulla vista infatti usato nelle maschere di bellezza.

Le verdure con meno calorie.

Mele verdi, papaya e anguria

Tra questi alimenti “zero” calorie il meno calorico è l’anguria, frutto tipicamente estivo, costituito nella sua totalità da acqua (29 calorie per 100 grammi, una fetta ne ha solo 16). Una porzione corrisponde a bere un bicchiere d’acqua. Le mele verdi sono ideali come spuntino data la loro praticità e aumentano il senso di sazietà, hanno 49 calorie per 100 grammi e sono molto ricche di fibre. Contengono vitamina C e A e allontanano le patologie cardiche. Vi ricordate il detto “una mela al giorno toglie il medico di torno”, è tutto vero. La papaya è un frutto esotico, anche se è difficile da trovare, bisogna inserirlo nella dieta perchè ricca di vitamina C ma soprattutto di antiossidanti (azione protettiva per le ossa). Apporta 39 calorie per 100 grammi.

Frutti estivi e tropicali.

Pompelmo, caffè e asparagi

Tra questi spiccano gli asparagi perchè hanno solo 20 calorie per 100 grammi (un asparagio ne ha solo 5!!). Sono ipocalorici e aiutano a purificare l’organismo dalle sostanze tossiche per le loro proprietà diuretiche (detox). Hanno vitamine A, C, E, K che li rendono una verdura completa, perfetta per combattere la cellulite. Il pompelmo ha 26 calorie su 100 grammi e rientra nei zero-food, non fa molta differenza tra bianco, rosa o rosso. Contiene principi attivi che combattono cellulite e ritenzione idrica. Il caffè, chiaramente amaro o con dolcificanti non metabolizzati dall’organismo, ha solo 2 calorie per tazzina e trasformando la fosforillasi (enzima con ruolo nella degradazione della sostanza organica) nella sua forma attiva aiuta a bruciare calorie. Scopri quanto caffè si dovrebbe bere al giorno e quanto ne bevi tu con questo semplice quiz.

Caffè, pompelmo e asparagi.

Life-tips su come gestire la fame

A molti capita, me compresa, di mangiare per nervosismo, ad altri per fame perchè non stanno seguendo una efficiente dieta ipocalorica, in entrambi i casi la soluzione sta nella scelta dei cibi. Inserendo opportunamente i suddetti elementi “zero” calorie si riusciranno a gestire queste situazioni. Ottimi, ad esempio, sono per gli spuntini le mele o papaya magari arricchiti con dello yogurt magro. Un’abitudine utile da prendere è mangiare con calma in modo da abituare lo stomaco alla sensazione di pienezza e evitare così di mangiare di più di quello che si desidera realmente. Da non trascurare l’effetto delle verdure che riempiranno lo stomaco con un irrisorio apporto calorico.

Favorire perdita di peso

Con questi alimenti “zero” calorie non bisogna però eccedere perchè farne un uso esclusivo limita le energie che si hanno a disposizione per la giornata. Questi consumano più calorie di quelle che apportano. A prima vista sembra un aspetto positivo e in parte lo è ma per non degenerare in malnutrizioni si dovrebbero introdurre in contesto dietetico preciso altrimenti la mancanza di nutrienti causerà uno scompenso calorico. Quindi, si deve evitare un abuso di tali alimenti, si deve cercare di mangiarli crudi il più possibile per avere tutti i nutrienti che contengono (con la cottura le vitamine si denaturano). Vedrete che avremo effetti benefici sul metabolismo, più energia, ridurranno la ritenzione idrica, elimineranno il gonfiore addominale, combatteranno patologie come ipercolesterolemia, e alcuni hanno anche effetti su stato psico-fisico.

Alimenti “zero” calorie non naturali

C’è anche l’alternativa sintetica, cioè prodotti culinari che usati al posto dei soliti rendono i piatti meno calorici in quanto questi condimenti non hanno calorie. Ci sono oli usati per insalate e sughi che condiscono perfettamente senza sovraccaricare il bilancio energetico. Questa non è la mia alternativa preferita ma in un contesto molto rigoroso l’ho anche attuata avendo ottimi risultati. Quando si legge zero calorie si pensa a elementi privi di sapore ma, in realtà, cosi non è, perchè le papille gustative captano comunque i vari sapori ma poi le molecole non vengono metabolizzate dall’organismo quindi sono espulse tal quali e non fanno ingrassare. Utilizzare questi prodotti significa un risparmio calorico e uso di cibi preferiti anche in un ristretto piano calorico. Tuttavia la mia tendenza è sempre quella di preferire prodotti naturali.